sabato 18 giugno 2011

Voyager 1: Ricalcolata La Distanza Ai Confini Del Sistema Solare


Gli scienziati della NASA hanno analizzato i dati recenti dalle sonde Voyager e Cassini e hanno calcolato che Voyager 1 avrebbe potuto attraversare la frontiera in dello spazio interstellare in qualsiasi momento e molto prima di quanto si pensasse.

I risultati sono apparsi in un articolo nel numero di questa settimana della rivista Nature.
I dati di Voyager con lo strumento a bassa energia che misura le particelle cariche, per la prima volta nel dicembre 2010, aveva indicato che la velocità verso l'esterno delle particelle cariche in streaming dal Sole ha rallentato a zero. La stagnazione del vento solare è continuata almeno fino al febbraio 2011, segnando una densa "zona di transizione" precedentemente imprevista ai margini del nostro Sistema Solare.
"Ancora una volta ci accingiamo a varcare quella frontiera imminente", ha detto Tom Krimigis, ricercatore per il Voyager.

Krimigis e colleghi hanno combinato i nuovi dati di Voyager con le misure inedite dalla fotocamera ionica e neutra di Cassini. Lo strumento di Cassini raccoglie i dati sugli atomi neutri in streaming nel nostro Sistema Solare dall'esterno.
L'analisi indica che il confine tra spazio interstellare e la bolla di particelle cariche che soffia il Sole intorno, che è posta probabilmente tra i 10 ei 14 miliardi miglia (da 16 a 23 km) dal Sole, con una migliore stima di circa 11 miliardi di miglia (18.000 milioni chilometri). 

Dal momento che Voyager 1 è già a quasi 11 miliardi miglia (18 miliardi di chilometri), potrebbe entrare nello spazio interstellare in qualsiasi momento.
"Questi calcoli mostrano che ci stiamo avvicinando, ma quanto vicino è? 
Questo non lo sappiamo, ma Voyager 1 viaggia verso l'esterno ad un miliardo di miglia ogni tre anni, quindi non potrà aspettare ancora a lungo", ha dichiarato Ed Stone.

Gli scienziati intendono continuare ad analizzare i dati Voyager 1, in cerca di conferme. Stanno anche studiando i dati di Voyager 2,  ma Voyager 2 non è così vicino al bordo del Sistema Solare come Voyager 1. Voyager 2 è infatti a circa 9 miliardi miglia (14 miliardi di chilometri) di distanza dal Sole.

Lanciate nel 1977, le sonde gemelle Voyager stanno viaggiando da 33-anni.
Sono le più lontane sentinelle dell'umanità sentinelle a lavoro nello spazio profondo in rotta per raggiungere lo spazio interstellare. 


Traduzione e adattamento a cura di Arthur McPaul

Fonte:  

4 commenti:

  1. Ciao Pietro, sono di Padova! Te?

    RispondiElimina
  2. La prima navicella costruita dall'uomo ad arrivare così lontano !

    RispondiElimina
  3. Io di L'Aquila. te lo chiedo ed è da tanto che avevo questo dubbio, da quando ho visto il tuo avatar su nibiru2012, ero convinto di averla già vista la tua faccia. evidentemente mi sono sbagliato. comunque, mentre nibiru 2012 a differenza di due - tre anni fa è diventato una merda, il tuo sito spacca, la forza sta nel fatto che è continuamente aggiornato. ci vediamo, un saluto

    RispondiElimina